AUTOMATED VALUATION

500mila euro per Inpoi, la proptech che usa il digitale per il business delle agenzie immobiliari

Nata all’interno di Mamazen Startup Studio, Inpoi ha sviluppato una piattaforma per la digitalizzazione del settore immobiliare, con un valutatore online. Con il nuovo aumento di capitale, che ci concluderà nel 2023,conta di andare a break even entro giugno 2024

Pubblicato il 19 Dic 2022

Danilo Tardino, CEO di Inpoi

Dopo un primo round pre-seed di 350mila euro (aprile 2022), la startup proptech Inpoi ha aperto un nuovo aumento di capitale da 500mila euro che sarà chiuso nel corso del 2023. A guidarlo èIH1, la holding di partecipazioni di Mamazen, lo startup studio in cui è nata, Mamazen, che ha annunciato un impegno di 150mila euro sotto forma di SFP, Strumento finanziario partecipativo, una modalità di partecipazione prevista da un decreto del 2012.

Che cosa fa Inpoi? Da un lato la startup Inpoi propone un valutatore online che consente a tutti e gratuitamente di conoscere il valore del proprio immobile (il mercato dell’AVM, Automated Valuation Model, è in grande crescita), dall’altro permette alle agenzie partner di accedere a ‘notizie immobiliari’ attraverso il digitale

Dopo l’ingresso a fine Aprile 2022 del nuovo CEO, Danilo Tardino, lo scorso Luglio Inpoi ha lanciato la nuova piattaforma, completamente rinnovata e pensata per contribuire alla digitalizzazione sempre più urgente del comparto immobiliare, cui è stato aggiunto un valutatore con UI evoluta che permette di effettuare il processo di valutazione del proprio immobile in modo semplice e puntuale.

Ad oggi Inpoi conta 100 agenzie partner e oltre 201.000 valutazioni immobiliari effettuate dalla sua fondazione.

Con il nuovo aumento di capitale Inpoi punta a raggiungere il break even point entro giugno 2024 e di chiudere lo stesso anno con un fatturato superiore ai 500.000 euro. “Con questo nuovo round puntiamo inoltre a espandere il nostro team, specialmente il reparto commerciale che si è recentemente già arricchito di un Manager d’eccezione, Pierangelo Scarabello, con una lunga esperienza nel Real Estate e nel Digital”, spiega Danilo Tardino, CEO di Inpoi.

Contiamo inoltre di investire nel posizionamento del brand e senz’altro di migliorare sempre più il valutatore, anche grazie allo sviluppo di intelligenza artificiale. Oltre agli ambiziosi obiettivi economici che ci poniamo per i prossimi anni, sono previste nuove revenue stream e l’ampliamento della clientela target. Tramite l’apertura di nuovi servizi, Inpoi vuole infatti offrire ai suoi utenti un’esperienza completa e risolutiva dei propri bisogni”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4