PROPTECH WORLD

Wynd Technologies, come funziona la tecnologia per purificare l’aria negli ambienti chiusi

La startup proptech Wynd Technologies, che produce sistemi innovativi per il monitoraggio della qualità dell’aria e la purificazione degli ambienti chiusi, ha raccolto 10 milioni di dollari. Già nel 2016 era citata a tra le 25 migliori invenzioni dell’anno per Time Magazine

23 Ago 2021

La startup proptech Wynd Technologies ha chiuso un round di investimenti di Serie A da 10 milioni di dollari, guidato da DBL Partners e Greensoil PropTech Ventures. I fondi saranno utilizzati per finanziare la crescita della compagnia e migliorare la sua offerta.

Dal 2014 Wynd Technologies, basata a Redwood, in California, produce sistemi innovativi per il monitoraggio della qualità dell’aria e la purificazione degli ambienti chiusi: la sua tecnologia, infatti, è in grado di rilevare, prevedere e risolvere problemi relativi alla salubrità dell’aria attraverso una serie di sensori e di software sviluppati internamente.

I sistemi di monitoraggio studiati da Wynd possono essere utilizzati in ambienti anche molto diversi tra loro, dalle camere d’hotel e i ristoranti fino agli uffici, i negozi e gli edifici residenziali, permettendo così di assicurare ai clienti e agli utilizzatori finali uno spazio salubre e sempre monitorato. Anche i suoi prodotti per la purificazione dell’aria sono pensati per essere utilizzati e creare “bolle” di aria pulita in ambienti di tutti i tipi.

Infine, i dispositivi interconnessi di Wynd stanno anche aprendo la strada alla creazione di mappe dinamiche che permettono di visualizzare i diversi livelli di inquinamento raggiunti in una determinata area, offrendo insight utili tanto per gli utilizzatori quanto per gli imprenditori.

Il successo della startup è ormai indubbio: nel 2016 il Time Magazine ha inserito i suoi purificatori portatili tra le 25 migliori invenzioni dell’anno.  

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4