PROPTECH WORLD

WeMaintain, la startup francese passata dagli ascensori alla manutenzione degli edifici con l’IoT

Fondata nel 2017 WeMaintain per la manutenzione degli ascensori, nel primo semestre 2021 ha fatto un salto di qualità: con l’acquisizione di un’altra startup che si occupa di allarmi antincendio e con un round da 30 milioni. In programma l’espansione in Nord America e Singapore

09 Lug 2021

Nata nel 2017 da un’idea di Benoi Dupont, Jade Francine e Tristan Fourerur, inizialmente WeMaintain operava come gestore e manutentore di ascensori e scale mobili. Una visione più ambiziosa del futuro ha portato il team a chiudere nel primo semestre 2021 l’acquisizione di Shokly, startup che si occupa di manutenzione e gestione degli allarmi antincendio, e un round 30 milioni di euro. È questa la cifra raccolta dalla startup proptech parigina WeMaintain a fine giugno, in un round di investimenti di Serie B guidato da Eurazeo. Il totale dei fondi raccolti dalla compagnia arriva così a sfiorare i 39 milioni di euro.

Al momento, WeMaintain offre ai proprietari degli immobili e agli operatori del settore una soluzione che permette di rendere più efficiente la gestione delle operazioni di manutenzione e migliorare, allo stesso tempo, l’esperienza di coloro che fruiscono dell’edificio. Per raccogliere ed elaborare i dati la startup combina sistemi hardware e software sempre interconnessi tra loro; per farla in breve, l’azienda installa su ascensori e sui sistemi di allarme antincendio sensori IoT (Internet of Things), i quali, attraverso la rete, comunicano con le applicazioni mobili di gestori e ingegneri/tecnici, che così potranno monitorare da remoto ma in tempo reale i dati sul funzionamento degli impianti e individuare eventuali guasti e disguidi tecnici, su cui interverranno prontamente. Un modello di business, dunque, che combina la tecnologia, sia hardware che software, con la competenza umana per ottimizzare la gestione degli immobili.

Il Ceo Benoit Dupont ha affermato che i nuovi fondi verranno utilizzati per favorire l’espansione internazionale della compagnia, con un focus su Nord America e soprattutto sull’Asia, più precisamente a Singapore, dove a breve verrà inaugurata una nuova sede, dopo quelle di Londra e Parigi. La strategia dietro questa operazione è chiarissima: WeMaintain punta ad insediarsi in uno dei mercati più dinamici e attraenti in ambito Real Estate, strizzando l’occhio a una città ricca di edifici avveniristici, che si presta meglio, rispetto alle grandi e consolidate capitali europee, a un processo di trasformazione urbana fondato sul modello di Smart City.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli correlati