PROPTECH WORLD

TurnoverBnB, la startup per la gestione della pulizia dei locali in affitto

Una piattaforma Software as a Service (Saas) per aiutare i gestori di case vacanze a coordinare le operazioni di pulizia nei propri immobili: è questa l’idea alla base di TurnoverBnB, startup proptech che ad agosto ha chiuso un round di investimenti da 4,5 milioni di dollari

Pubblicato il 24 Ago 2021

Una piattaforma Software as a Service (Saas) per aiutare i gestori di case vacanze a coordinare le operazioni di pulizia nei propri immobili: è questa l’idea alla base di TurnoverBnB, la startup proptech nata nel 2016 a Honolulu (Hawaii) che il 16 agosto ha chiuso un round di investimenti da 4,5 milioni di dollari guidato dal fondo venture capital RET Ventures.

La compagnia risponde a un problema importante per coloro che gestiscono gli affitti a breve termine per i turisti, fornendo una piattaforma centralizzata per organizzare tutti i servizi di pulizia. Più nel dettaglio, il servizio permette di assumere imprese specializzate in migliaia di città in tutto il mondo – con un focus particolare su Stati Uniti e Canada –, pianificare i turni di lavoro ed effettuare pagamenti in modo automatizzato.

Il modello operativo è vincente: al momento la startup vanta una base clienti con più di 20 mila proprietà per affitti brevi.

Nell’ultimo periodo la pandemia di Covid-19 ha avuto un effetto positivo sugli affari di TurnoverBnB, le cui entrate sono triplicate rispetto all’inizio del 2021. Un fattore importante per la crescita della startup è riscontrabile proprio nelle nuove abitudini e negli accorgimenti aggiuntivi adottati dai viaggiatori per far fronte all’emergenza sanitaria: “Anche se le restrizioni stanno diminuendo e i viaggi riprendono, le preoccupazioni per la salute rimangono e spingono molti visitatori a preferire le soluzioni abitative in affitto rispetto alle alternative più tradizionali” ha detto infatti Assaf Karmon, Ceo e co-founder della startup.

Ora, i nuovi fondi saranno utilizzati per espandersi in Europa e in Australia e allargare il team, con l’obiettivo di servire clienti in tutto il mondo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5