PROPTECH WORLD

Place, la startup proptech che in meno di due anni diventa unicorno: ecco cosa fa

La startup americana Place, fondata nel 2020, ha superato la soglia del miliardo di valutazione dopo un round di serie A da 100 milioni guidato da Goldman Sachs. Sviluppa prodotti digitali per migliorare le performance degli agenti immobiliari

23 Nov 2021
Photo by Maria Ziegler on Unsplash

La startup proptech americana Place diventa unicorno: con un round di investimenti di Serie A da 100 milioni di dollari la valutazione della compagnia ha raggiunto e superato la soglia del miliardo di dollari. Il round è stato guidato dal ramo equity di Goldman Sachs Asset Management e ha visto la partecipazione di 3L Capital. Il traguardo è stato raggiunto a meno di due anni dalla fondazione: Ben Kinney e Chris Suare, infatti, hanno lanciato la società nel 2022.

Dopo Orchard, quindi, continua la “produzione” di unicorni sulla scena proptech americana: fondata nel 2017, anche Orchard ha chiuso un round da 100 milioni questo autunno.

I prodotti digitali di Place aiutano i singoli agenti immobiliari a migliorare la propria performance fornendo assistenza in tutte le fasi operative: dalla gestione delle attività amministrative ai processi di marketing e branding, passando per l’area legale, le risorse umane e il back office. Il risultato finale permette agli agenti di aumentare significativamente la propria produttività e più che raddoppiare i profitti.

La startup sfrutta inoltre il suo network di agenti per connettere i clienti interessati a vendere e comprare immobili e offre servizi relativi ai mutui e alle assicurazioni, operando quindi a tutti gli effetti come un “one-stop-shop” per il mondo immobiliare.

Place ha raggiunto la profittabilità già nel suo primo anno di attività, nel 2020, quando ha generato entrate top line per 85 milioni di dollari e profitti per 11 milioni. Nel 2021 la compagnia prevede di generare entrate per 150 milioni di dollari.  I nuovi fondi saranno utilizzati per espandere i servizi, investire nella tecnologia e allargare il team.

Paul Pate, VP di Goldman Sachs Asset Management, ha dichiarato: “Siamo stati attratti da Place dalla sua tecnologia collaudata e dal suo team di leadership che ha dedicato le loro carriere ad aiutare agenti e team ad alte prestazioni ad avere successo. In definitiva, le prestazioni degli operatori di Place parlano da sole.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5