PROPTECH WORLD

Kocomo, la startup che aiuta a comprare case vacanze da sogno in comproprietà

La compagnia proptech messicana Kocomo ha chiuso un seed round da 56 milioni di dollari, tra equity e debito, che servirà per allargare la propria struttura societaria e offrire a sempre più persone la possibilità di acquistare case vacanze di lusso a prezzi accessibili, condividendo le spese e la proprietà dell’immobile

06 Set 2021

6 milioni di dollari in equity e 50 milioni in debito finanziato: sono questi i risultati del seed round chiuso a fine agosto da Kocomo, startup proptech messicana che offre una piattaforma digitale per la compravendita di case vacanze di lusso. Il round è stato guidato da AIIVP e Vine Ventures, e ha visto la partecipazione di Picus Capital, JAWS, FJ Labs e Clocktower Technology Ventures, mentre il prestito è stato concesso da Architect Capital, una società che ha stanziato un fondo da 100 milioni di dollari per fornire soluzioni di finanziamento non diluitive ad aziende tecnologiche promettenti ma ancora in una fase iniziale del loro ciclo di vita.

Kocomo ha avviato le sue attività solo da pochi mesi, a maggio 2021, lanciando una versione beta del sito utilizzabile da una “selezione” ristretta di clienti americani o canadesi interessati a comprare una casa vacanze in Messico, Costa Rica o nei Caraibi. Lo scopo della startup infatti è trasformare il sogno di avere una seconda abitazione dove trascorrere le proprie ferie in “una realtà accessibile a sempre più persone in tutto il mondo”.

Per farlo, Kocomo ha adottato il modello della co-proprietà: “La nostra piattaforma permette a più persone di essere proprietari e utilizzare la stessa casa di lusso, dividendo i costi” ha detto a TechCrunch il Cfo e co-founder Tom Baldwin, aggiungendo che si tratta di “un strategia pragmatica ed intelligente per avere una casa vacanze all’estero”.

La startup gestisce tutte le pratiche amministrative e legali legate all’acquisto dell’abitazione, oltre che le operazioni di manutenzione e i controlli di routine, riducendo al minimo il lavoro richiesto ai proprietari, a cui offre una soluzione end-to-end davvero completa.

La nuova liquidità permetterà a Kocomo di allargare il suo team, che al momento conta soltanto nove persone, con un focus particolare sui settori vendite, marketing e ingegneria. Il debito finanziato sarà invece utilizzato per acquistare 20 proprietà di lusso nelle principali località turistiche messicane, come Cabos, Punta Mita e Tulum. In futuro, la compagnia punta a espandersi anche in Europa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2