PROPTECH WORLD

Home365, il machine learning per gestire gli immobili con un ritorno fisso per gli investitori

Fondata a Santa Clara nel 2016, Home365 ha creato una piattaforma per la gestione automatizzata degli immobili, basata su un sistema di machine learning in attesa di brevetto. Il servizio permette di gestire portfolio medio-piccoli garantendo allo stesso tempo ai clienti un reddito operativo netto

09 Lug 2021

Home365, startup a metà tra il proptech e l’insurtech fondata nel 2016 a Santa Clara, in California, ha raccolto 16,3 milioni di dollari in un round di investimenti guidato da Greensoil PropTech Ventures II fondo VC che investe in società proptech che puntano a rendere il mercato Real Estate più efficiente e sostenibile a cui hanno partecipato, tra gli altri, Verizon Ventures, Lool Ventures ed Eyal Ofer. La compagnia ha inoltre annunciato l’acquisizione di SlateHouse Propety Management and Realty, realtà che si occupa di gestione di proprietà sparse su diverse location.

Home365 offre una piattaforma per la gestione automatizzata degli immobili, basata su un sistema di machine-learning in attesa di brevetto. Il servizio ­– rivolto in particolare agli imprenditori residenziali che gestiscono portfolio medio-piccoli – sfrutta l’AI, i Big Data e l’automazione dei flussi di lavoro (dalle transazioni finanziarie, alla contabilità, fino alla comunicazione con la rete di fornitori) per prevenire danni e malfunzionamenti e generare al contempo un premio mensile fisso che garantisce ai clienti un reddito operativo netto (Net Operating Income, NOI, ovvero entrate meno costi operativi totali e perdite da locali liberi, il tutto al netto di tasse e ammortamenti).

Questa soluzione di Predictive Analytics aiuta infatti i proprietari a risparmiare sulle spese di gestione, oltre a includere una copertura assicurativa completa sui costi operativi (manutenzioni, riparazioni e servizi per il turnover degli inquilini). In questo modo gli investitori, in cambio di una tariffa mensile concordata preventivamente in base al valore dell’edificio, possono fare affidamento su entrate stabili e sicure (con Home365 che si fa carico anche dei canoni di eventuali appartamenti sfitti), che rendono l’investimento più redditizio, prevedibile e passivo.

“Home365 fornisce un’ottimizzazione di stampo proptech permettendo ai proprietari di aumentare i margini, ridurre i rischi e limitare l’imprevedibilità che deriva dal possedere e gestire un portfolio medio-piccolo di immobili” ha detto Daniel Shaked, founder e Ceo della startup.

I fondi saranno utilizzati per espandersi negli Stati Uniti, affinare la tecnologia e migliorare l’esperienza di investitori e locatari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli correlati