PROPTECH WORLD

Clickalia, l’Instant Buyer (come Casavo) che in Spagna raccoglie 518 milioni

Fondata nel 2018, la startup Clickalia ha chiuso un importante round diviso fra equity (70 milioni) e debito. Sta digitalizzando il processo di compravendita in Spagna secondo il modello “iBuyer”, sviluppato in Italia da Casavo

20 Dic 2021
Photo by Jorge Fernández Salas on Unsplas

Con uno tra i round venture capital più corposi mai chiusi in Spagna, lo scorso 16 dicembre la startup proptech Clikalia si è assicurata un totale di 518 milioni di dollari divisi tra 70 milioni in equity e la parte restante in debito finanziato da Deutsche Bank.

Fondata nel 2018 a Madrid da Alister Moreno e Pablo Fernandez, Clikalia punta a digitalizzare il processo di compravendita immobiliare in Spagna adottando il modello “iBuyer”, Instant Buyer, già largamente diffuso negli Stati Uniti e in crescita anche in Europa. Lo stesso sviluppato dalla scaleup italiana Casavo, che nel 2020 ha avviato le operazioni in Spagna e lo scorso autunno è sbarcata anche a Barcellona.

La startup garantisce ai clienti che intendono vendere la propria abitazione la disponibilità immediata di liquidità tramite un’offerta e la possibilità di chiudere accordi in pochi giorni. Nel 70% dei casi, poi, Clikalia ristruttura gli immobili così acquistati e li rimette sul mercato.

La startup ha attualmente un run rate di 1.800 immobili acquisiti, un dato cresciuto di circa otto volte rispetto all’anno precedente. I nuovi fondi saranno utilizzati per allargare il team e aumentare il numero di acquisizioni. Clikalia è oggi attiva in Spagna e in Messico, ma intende lanciare i propri servizi in Portogallo nei primi mesi del 2022 e proseguire poi l’espansione a livello europeo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3