NUOVI MERCATI

Effetto Metaverso: c’è chi investe oltre 4 milioni per una proprietà digitale nel mondo virtuale

Il fondo Republic Realm ha investito 4,3 milioni di dollari per un terreno nel mondo virtuale Sandbox. Con il Metaverso si aprono nuove prospettive. “È come acquistare un pezzo di Manhattan 250 anni fa, prima che la città fosse costruita”, scrive il Wall Street Journal

09 Dic 2021
Photo by My name is Yanick on Unsplash

Il futuro del real estate potrebbe essere nel mondo virtuale del Metaverso, il nuovo e ambizioso progetto recentemente lanciato dal co-founder e Ceo di Meta, Mark Zuckerberg. Lo scenario viene prospettato in un articolo del Wall Street Journal in cui si racconta il nuovo mercato delle proprietà virtuali.

Già ora infatti diversi fondi di investimento stanno acquistando terreni digitali in mondi come Sandbox e Decentraland, dove gli utenti possono simulare eventi tipici della vita reale quali concerti o passeggiate di shopping. Gli investitori sperano che nel prossimo futuro sia gli individui privati che le aziende acquisteranno case o negozi virtuali, facendo così crescere il valore dei terreni.

Il 30 novembre, per esempio, Republic Realm ha acquistato una terra nel mondo virtuale di Sandbox per 4,3 milioni di dollari: un nuovo record che supera la cifra di 2,5 milioni di dollari pagata la scorsa settimana dalla compagnia canadese Tokens.com per un terreno nel Fashion District di Decentraland.

“È come acquistare un pezzo di Manhattan 250 anni fa, prima che la città fosse costruita” ha detto al Wall Street Journal Andew Kigue, Ceo di Tokens.com.

Investimenti tanto innovativi portano con sé anche alte percentuali di rischio: se il mondo virtuale costruito da Meta dovesse fallire, o l’interesse degli utenti cominciasse a calare, il valore delle proprietà crollerebbe rapidamente.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4