STARTUP

Crowdfunding immobiliare, Esperia Investors scommette su Recrowd

Esperia Investor, holding di partecipazioni che investe in start up a elevato contenuto tecnologico, è pronta a entrare con una quota rilevante nel capitale della piattaforma di crowdlending Recrowd. Fondata nel 2018, la startup ha già raccolto 415mila euro in equity crowdfunding

28 Set 2021

Il crowdfunding immobiliare  è in crescita e di conseguenza si moltiplicano le piattaforme e le operazioni di investimento. Esperia Investor, holding di partecipazioni fondata da Emiliano di Bartolo e Antonio Ferrara con l’intento di investire in società in early-stage a elevato contenuto tecnologico prevalentemente nel settore del real estate e dei financial services, entra nel capitale di Recrowdstartup del segmento lending (rispetto all’equity crowdfunding in cui si scambiano capitali con quote azionarie, è un prestito tra privati che genera un rendimento).

Eperia Inventors si è assicurata una porzione rilevante (che non è stata comunicata) del capitale azionario di Recrowd, ampliando e diversificando il proprio portafoglio di quote societarie, che già comprende Monety (società di mediazione creditizia del gruppo Gabetti), G RENT (Gabetti Short Rent, società quotata all’AIM di Milano, che opera nel mercato dell’hospitality di lusso a livello internazionale) e Brera contract (società leader nei servizi di contract per il real estate).

Dice Antonio Ferrara, CEO di Esperia Investor che ha così commentato la recente acquisizione realizzata dal suo Gruppo: “Recrowd è una delle realtà leader nel settore del crowdfunding immobiliare, un business in forte crescita in Italia e nel mondo, che ci ha immediatamente colpito, sia per le prospettive di crescita del settore, sia e soprattutto per il team dei founders, con grandi competenze e passione per il lavoro. Da sempre una combinazione che dà garanzia di successo”.

Gli fa eco Emiliano di Bartolo, Chairman di Esperia: “Il nostro obiettivo è portare know how e connessioni con una vision di medio, lungo periodo. Riteniamo che Recrowd rappresenti una grande opportunità di investimento per gli azionisti del nostro Gruppo, che, al contempo, porterà notevoli sinergie con le altre società partecipate”.

Recrowd, una startup fondata nel 2018

Fondata nel 2018 da Gianluca De Simone, Massimo Traversi e Simone Putignano, Recrowd l’anno seguente è entrata a far parte di Speed MI Up, l’incubatore d’impresa di Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano, che l’aveva premiata come una delle otto startup milanesi più innovative. Subito dopo, a marzo 2019 ha lanciato a sua volta una campagna di equity crowdfunding con cui ha messo sul mercato il 13% delle sue azioni, assicurandosi oltre 415.000 euro, a fronte di un obiettivo minimo di raccolta di 50mila euro.

WHITEPAPER
Crowdfunding: cos'è, come funziona e le migliori piattaforme

Prima dell’ingresso in società di Esperia Investor, sulla sua piattaforma erano stati raccolti capitali per oltre 8 milioni di euro destinati al finanziamento collettivo di progetti immobiliari profittevoli, attraverso un database di oltre 7000 utenti investitori. Segno inequivocabile del largo utilizzo che si sta facendo in Italia di questa forma d’investimento alternativa che, relativamente al settore del Real Estate, permette di risolvere una serie di annose criticità che spesso limitavano il raggio d’azione degli investitori.

I vantaggi del crowdfunding immobiliare

Il real estate crowdfunding, o crowdfunding immobiliare, ha abbassato la soglia d’accesso agli investimenti sul mattone, garantendo una maggiore opportunità di diversificazione  e quindi una diminuzione del rischio. Altro aspetto non secondario:  delega la gestione dell’immobile ai promotori del progetto, che ricompensano i loro “baker” (sostenitori) con rendimenti interessanti. La piattaforma Recrowd è stata concepita proprio per aiutare piccoli e grandi investitori a sfruttare tutti questi vantaggi, proponendo loro una varietà di progetti, suddivisi in quattro macro aree in base al livello di rischio, alla tipologia e alla consistenza dell’investimento, alla durata e al ROI.

Grande soddisfazione anche in casa Recrowd per l’esito di quest’operazione, come spiega il suo CEO Gianluca De Simone: “L’ingresso in società di Esperia Investor rappresenta per noi un grande passo in avanti, il superamento netto della fase di start up, con conseguente consolidamento del modello di business al primo gradino della fase di scale up, e un aumento di quelli che già oggi sono numeri più che incoraggianti per la nostra piattaforma. Grazie all’ingresso di Esperia Investor miriamo a diventare leader del mercato italiano, attraverso un forte percorso di crescita previsto a piano, senza trascurare gli standard di selezione delle proposte immobiliari che ci hanno sempre contraddistinto. Quest’operazione ci permetterà di lavorare fianco a fianco di importanti player a livello internazionale nell’analisi e valutazione di asset immobiliari, di avvicinarci alle reti di consulenti private e di strutturare altre iniziative aziendali al fine di migliorare i servizi offerti dalla piattaforma agli utenti. L’accordo prevede infine un aumento di capitale riservato, per ottenere maggiore liquidità, in modo tale da sostenere tutte le nuove attività progettuali e il conseguente ampliamento del team”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5