PROFESSIONAL SERVICES

Homepal, come funziona la piattaforma per trovare casa online

Online dal 2016, la piattaforma fondata da Andrea Lacalamita, permette a chiunque di vendere e comprare (o affittare) casa risparmiando sui costi di intermediazione. Con ricavi attorno ai 3 milioni, Homepal cresce del 30% l’anno e ha un parterre di investitori eccellenti

29 Giu 2022

Homepal è un caso di successo di PropTech: un’agenzia immobiliare nativa digitale e specializzata nel  residenziale. Un mercato enorme, che conta in Italia circa 4 milioni di transazioni l’anno tra compravendita e affitto.

Prima di avviarla nel 2014 e debuttare online nel 2016, Andrea Lacalamita – co-fondatore insieme a Fabio Marra e Monica Regazzi – si è ‘allenato’ molto: dagli anni dell’università in poi ha cambiato casa 18 volte, sempre pagando l’agente immobiliare, “per cifre rilevanti” e allo stesso tempo “spesso non ho percepito un particolare valore del servizio”, sottolinea.

Ma come funziona Homepal e quali vantaggi riesce a dare grazie all’uso delle tecnologie digitali?

Come funziona Homepal, la piattaforma per trovare casa

Dall’esperienza personale del founder è arrivata quindi  la scintilla che è diventata poi startup, e ora una realtà ormai affermata per comprare, vendere, affittare casa tra privati, senza agenzie e altri intermediari. E senza i loro costi: Homepal stima risparmi fino al 50% per il compratore e fino al 100% per il proprietario. Per questo usa slogan come “il sito che è come un’agenzia senza i costi di un’agenzia” e “il tuo amico per trovare casa”.

WHITEPAPER
Cosa serve per risparmiare davvero sull’energia? L’IoT da solo non basta!

Chiunque può caricare online sulla piattaforma digitale di Homepal il proprio annuncio di vendita o affitto dell’immobile, prendere appuntamento con gli interessati attraverso la piattaforma, fino a concludere l’operazione.

La società PropTech assiste le parti – attraverso consulenza telefonica e online – in tutte le fasi del processo, dall’inserimento dell’annuncio alla gestione degli appuntamenti, dalle attività di negoziazione alla raccolta dei documenti necessari, fino alla firma dal notaio.

Obiettivo: diventare il primo agente immobiliare (digital) in Italia

Il meccanismo funziona, e la società sta crescendo al ritmo del 30% l’anno, con ricavi attorno ai 3 milioni di euro, e soci come Viber Banca, Massimo Doris, Davide Serra, Fabio Cannavale. Con questo prestigioso panel di azionisti istituzionali e privati, ha già raccolto oltre 8 milioni di euro di capitale, e nel 2021 ha messo a segno una delle campagne di crowdfunding di maggiore successo, con una raccolta di 2 milioni e 450mila euro.

Gli obiettivi per il futuro sono ambiziosi: conquistare almeno l’8% del mercato italiano, per diventare così il primo agente immobiliare in Italia. E poi guardare a potenziali espansioni all’estero.  Gli imprenditori di Homepal hanno capito che una realtà PropTech difficilmente può funzionare solo con le tecnologie e così hanno in programma di  sviluppare una nuova figura professionale, il digital agent, evoluzione dell’agente immobiliare tradizionale: un professionista in grado di dare piena assistenza al cliente a distanza,  gestendo tutto alla velocità del digitale.

PropTech, il vantaggio dei big data

“L’uso dei big data permette poi una serie di servizi ad alto valore aggiunto, per esempio per l’analisi del valore dell’immobile, che fino a poco tempo fa sarebbero stati inimmaginabili”, dicono in Homepal. “La digitalizzazione dell’intero processo, comprese le procedure antiriciclaggio e l’adeguata verifica del cliente, permette di ridurre al minimo la burocrazia. Un altro vantaggio rispetto ad altre piattaforme immobiliari è un servizio di customer care sempre pronto ad aiutare i clienti”.

Oggi le prospettive sembrano ancora più favorevoli rispetto agli ultimi anni, dato che quando l’inflazione cresce il mattone torma a essere un bene-rifugio, e in Homepal puntano molto anche sul target di mercato dei giovani, che quando hanno bisogno di una casa più che un agente pronto a incontrarli cercano la concretezza, la trasparenza e la convenienza delle soluzioni digitali.

Acquistare, vendere, affittare con Homepal

Homepal è un sito riservato ai privati. Le agenzie immobiliari e gli intermediari non possono pubblicare nel sito annunci né contattare i clienti, tranne alcune eccezioni: in particolare i costruttori, che vendono e affittano direttamente i propri immobili senza richiedere alcuna commissione di agenzia.

Per chi affitta o vende casa, il costo di un annuncio su Homepal è pari a 49 euro. Il supporto dell’agenzia immobiliare Homepal RE, per gestire gli appuntamenti e le offerte, non prevede altri costi, né provvigioni. Solo se si richiedono i servizi di visibilità aggiuntiva per il proprio annuncio (come la Paletta o il servizio Primafila) si applica un piccolo costo supplementare.

PropTech significa anche commissioni e costi competitivi

Le persone interessate all’annuncio possono richiedere quindi un appuntamento attraverso il calendario Homepal nelle date indicate oppure proponendone altre: i contatti con i potenziali compratori o locatori avvengono attraverso la piattaforma digitale. Homepal permette poi a compratore e venditore di comunicare facilmente e in ogni momento dopo che un appuntamento è stato confermato.

Dopo la visita dell’immobile il potenziale cliente viene contattato dal team dell’agenzia immobiliare Homepal RE, che lo assisterà in tutte le fasi successive: verifiche, negoziazione, documenti, firma del contratto preliminare e registrazione. Homepal RE applicherà una commissione del 2%, con un minimo di 990 euro, solo in caso di acquisto, “facendo risparmiare anche fino al 50% dei costi rispetto a un’agenzia tradizionale”, rimarcano gli operatori di Homepal. In caso di conclusione di un contratto d’affitto viene invece applicato un costo fisso di 390 euro a carico del locatario.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
C
Stefano Casini

Giornalista specializzato nei settori dell'Economia, imprese, tecnologie e innovazione. In oltre 20 anni di attività, ho lavorato per Panorama Economy, Il Mondo, Gruppo Mediolanum, Università Iulm. Mi piacciono i progetti innovativi, il teatro e la cucina come una volta.

Seguimi su

Articolo 1 di 5