PROPTECH WORLD

Rever, la piattaforma di brokerage online-to-offline che vuole diventare one-stop-shop

La startup proptech vietnamita Rever ha raccolto 10,2 milioni di dollari con il suo ultimo round. Ambiziosi i progetti per il futuro della sua piattaforma digitalizzata per broker

25 Ago 2021

Rever, startup proptech vietnamita, ha raccolto 10,2 milioni di dollari con il suo ultimo round di investimenti guidato da Mekong Capital. L’importo complessivo raccolto dalla compagnia a partire dalla sua fondazione, nel 2016, sale così a 16,5 milioni di dollari.

Rever è nata da un’idea di Phan Le Manh e Vo Thang Loi, entrambi con un passato da executive per l’app di messaggistica istantanea Zalo. La startup offre una piattaforma digitalizzata per broker basata su un modello online-to-offline, tramite il quale i clienti possono cercare e visualizzare le proprietà in vendita in modo digitalizzato e solo in seguito collegarsi direttamente con gli agenti immobiliari.

Ad oggi il marketplace di Rever conta 50 mila annunci, tutti verificati dallo staff della compagnia anche grazie all’aiuto di tecnologie all’avanguardia. Nel futuro, però, la startup guada in grande e grazie alla nuova liquidità punta a diventare un vero e proprio one-stop-shop, espandersi in 20 città, costruire 200 nuovi centri operativi e impiegare 20 mila agenti immobiliari in Vietnam entro il 2025.

Tra i progetti a lungo termine di Rever, poi, troviamo anche lo sviluppo di nuovi servizi che uniscono il real estate alla finanza e al design, oltre che l’espansione nel settore dei dispositivi per smart-home.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli correlati